lunedì 17 ottobre 2011

Speak to Persy....


Italian version:

Sono molto orgogliosa di presentarvi Yaniv Persy lo stilista che tre anni orsono ha lanciato l'omonimo marchio Persy. Persy è alla sua terza collezione e penso che il modo migliore per capire l'ispirazione di un designer e il suo lavoro sia... parlare con lui! Buon divertimento con la prima intervista NewOnyou! Enjoy Yaniv!



NewOnYou: Quanto delle tue origini (Yaniv è nato in Israele nel 1978) influenza il modo in cui crei?
Persy: Credo che il nostro passato abbia un impatto enorme sul nostro futuro. Ero un bambino curioso, ho sempre voluto imparare cose nuove in molti campi. Ero interessato alla ricerca, allo sviluppo e alla mia evoluzione personale in tutto questo. La combinazione tra modelli e tessuti ha creato l'unicità. Le mie principali fonti di ispirazione traggono sicuramente origine dalle mie radici; mia nonna e mia zia lavoravano a maglia macramè e uncinetto e sono state grandi mentore per me da bambino. La famiglia di mio padre era composta da artisti e penso che abbia avuto un grande impatto sulla mia evoluzione come designer. Le mia principali fonti di ispirazione sono molte:
l’ ambiente in cui vivo, la natura, gli eventi nella mia vita quotidiana o i cambiamenti sociali e l’evoluzione dello sviluppo. Amo i mercatini delle pulci e i miei ricordi di bambino cresciuto in America Latina tra Bolivia, Messico, Venezuela, Brasile, dove passavo il mio tempo acquistando tessuti e cose che mi emozionavano, hanno sicuramente influenzato in larga misura il mio modo di creare.

NewOnYou: Qual’è il motivo di una collezione ispirata dal “contrasto”?
Persy: Mi è sempre piaciuto mixare. Penso che oggi sia molto difficile innovare. Le nuove idee nascono dalle combinazioni. Amo creare partendo dai contrasti mixando tessuti e capacità artigianale, ciò mi permette di creare una silhouette netta forte. Amo la lo stile romantico ma gotico e forte al tempo stesso, qualcosa che ti faccia ricordare di tempi passati ma con il profumo del futuro.

NewOnYou: Chi e quanto dei famosi stilisti con cui hai lavorato ti ha influenzato maggiormente?
Persy: Trasferirsi all'estero e lavorare con grandi case di moda è stato determinante su quello che sono oggi come designer. Dopo aver vinto l’LCDA, premio per la femminilità moderna nel 2006, ho subito capito che avevo bisogno di potenziare ed esprimere le mie capacità tessili. Ho sperimentato numerose collaborazioni con diverse case di rilievo, ognuna di loro mi ha dato gli strumenti di cui avevo bisogno. Devo dire grazie a loro per avermi insegnato tutto quello che so. In quel periodo non c'erano molte case di moda che hanno reso unico lo sviluppo tessile in associazione con tagli sperimentali e per me Galliano è stato l'apice degli studi - un sogno che si avverava. Stavo lavorando con Steven Robinson & Elisa Palomino, al quel tempo, braccio destro di John Galliano. Ho acquisito una grande conoscenza e sensibilità per i tessuti grazie ad Elisa.

NewOnYou: Per intraprendere questo lavoro con successo conta più una adeguata e mirata istruzione o l’esperienza?
Persy: Per me l'educazione è importante, ti permette di far pratica e sperimentare in molti campi, consentendoti di iniziare a conoscerti come designer. E’ anche vero che come spesso si dice, un designer, come un artista, deve avere il “dono” o ce l’hai o non ce l’hai, è nei tuoi geni. Per me la vera pratica è iniziata durante il mio primo anno allo Shenkar college; quelle collaborazioni mi hanno fatto crescere e mi hanno aiutato a capire meglio chi ero come designer. L'evoluzione delle nostre competenze come designer sono l’insieme di ciò che impariamo e sperimentiamo. Ho imparato negli anni che la condivisione e l'insegnamento sono molto importanti, è dare e avere. Oggi cerco di trasmettere quante più conoscenze possibili ai nostri stagisti, io lavoro con loro come una squadra aiutandoci a vicenda e insegnando loro. Il ritorno di questo modo di agire è molto importante per il loro futuro e la crescita professionale.

NewOnYou: La tua esperienza italiana è stata significativa?
Persy: Come ho detto ogni esperienza è diversa e ha influenzato il mio modo di creare. Penso che in questo caso sia stato importante conoscere la cultura, le persone i luoghi, la lingua cose che mi hanno fatto crescere.

NewOnYou: Pensi che i premi, i riconoscimenti in generale, siano determinanti per il successo di uno stilista o che solo l’apprezzamento del pubblico abbia valore?
Persy: Sì, senza dubbio i riconoscimenti sono un valore aggiunto. Sono stato premiato nel2006 con il " Modern Femininity " presso il LCDA Awards e come "promettente giovane designer israeliano" ICE nel 2007. Il riconoscimento dell’ LCDA nel 2006 mi ha consentito di essere riconosciuto, presso le industrie e le case leader del settore, come designer con qualificate capacità. I riconoscimenti sono un buon trampolino di lancio per un designer.

NewOnYou: Cosa significa per te la prossima partecipazione alla fashion week di Tel-Aviv?
Persy: E' la mia prima esperienza alla settimana della moda a Tel-Aviv. Per me è molto emozionante e un grande onore farne parte. Penso che sia una buona opportunità portare la mia quarta stagione A/W per il 2112-13 in anteprima a Tel-Aviv .

NewOnYou: Persy, presto in Italia con una boutique mono marca?
Persy: Spero presto. Il mio piano per ora è quello di conoscere meglio l'azienda, è abbastanza complicato da gestire tutto in una volta ma interessante e credo che dopo aver raggiunto importanti punti di vendita in tutto il mondo sarebbe un grande traguardo aprire a Milano una boutique mono marca.

NewOnYou: Pensi che dovrei vestire Persy? E perchè?
Persy: È una domanda provocante… una cliente una volta mi ha detto: “quando indosso Persy mi sento femminile e a mio agio. Per me indossare Persy è molto più che indossare un abito, è una dichiarazione di qualità e design”. Voglio che le donne Persy indossando i loro capi nei prossimi 10 anni si sentano ancora alla moda e chic.


Ringrazio sentitamente Yaniv Persy per la sua gentilezza e la collaborazione a questa intervista; gli auguro un grande successo come designer. Quanto a me, spero di avere molte molte altre possibilità di pubblicare le future collezioni Persy e molte molte altre occasioni per ... parlare con lui! Grazie Yaniv.

International version:

I'm really proud to introduce you Yaniv Persy the designer who three years ago lauched his own label Persy Ltd. Now he is at his third collection and I think the best way to really understand a designer and his work is... speak to him! Enjoy the first NewOnYou interview! Enjoy Yaniv!

NewOnYou: How much of your roots (Yaniv was born in Israel in 1978) influence the way you create?
Persy: I believe that our past has a huge impact of our future. I was a curious child , always wanted to learn new things of many fields. I was interested in research, development and my own evolution from that. The interface between patterns and textile that created uniqueness. My main sources of inspiration are coming from my roots; my grandmother and my aunt used to knit macramé and crochet and as a child I had a great mentors to learn from. Actually my father's family are artists and I think it had great impact on my skills and evolution as a designer. My main source of inspiration can come from many areas , my environment in which I live, nature, events in my daily life, or social changes and processes. I love flea markets, and remember myself as a child in Latin America where I grew up in many countries – Bolivia , Mexico ,Venezuela, Brazil, wandering through them and buying textiles and things that excited me, which influenced me to a great extent.

NewOnYou: What do you think is the reason for a collection inspired by the contrast?
Persy: ) What do you think is the reason for a collection inspired by the contrast?
I always like mixing. I think today's it is very hard to innovate .New ideas are created from mixing, I love designing in contrasts to create a sharp strong silhouette but at the same time to mix textures and craftsmanship. I love the translation of romantic , but gothic and strong at the same time, something that blows your mind and gives you a venture to a certain period\past but still has a scent of the future.

NewOnYou: Who and how much of the famous designers whom you've got to work with, influenced you more?
Persy: Well for me moving abroad and working aside to leading fashion houses was a huge and great impact of whom I am today as a designer. After winning in LCDA price, for modern femininity at 2006, I immediately understood that I need to strength and express my textile abilities.I have experienced many collaborations with different important houses, each and one of them gave me the tools that I needed. It’s a great way to say thank you for teaching me everything I know. At the time there weren’t many fashion houses that made unique textile development combined with experimental cuts and for me Galliano was the pinnacle of my studies –a dream come true. I was working under Steven Robinson & Elisa Palomino ,John Galliano’s right hand at the time. I learned great knowledge and sensibility for textiles from Elisa she is a master of textiles.

NewOnYou: Do you think that an adequate and focused education in design is essential to undertake this job successfully or experience matters most?
Persy: Well for me education is important , it gives you a frame of time to put yourself under practice and experiencing many fields furthermore learning about your self as a designer.I do agree when people say either you have it or not, being an artist or fashion designer is equivalent for me , you're born with it , it is in our genes . For me the real practice began during my 1st year at Shenkar college , those collaborations made me grow and learn better who I am as a designer. It evolution of our skills as designers are a matter of learning and experiencing . I learned during the years that sharing and teaching is very important , you give and take .Today I try to give as much knowledge as I can to our interns ,I work with them as a team we contribute each other and teach them .Those tools they get in return are important for their future and growth .

NewOnYou: Was your Italian experience significant? Do you think that now the way you work it would be different withoutthat experience and how much?
Persy: Well as I said each experience has different influence on me as a designer , I think it is much more than learning fashion , it was for me learning the culture, people , places , language , that made me grow and made me decide to establish myself there .

NewOnYou: Do you think awards are crucial for the results of a designer or that only the recognition of public has a real value?
Persy: Yes, no doubt its an added value. I was awarded for “Modern Femininity” at the LCDA Awards in 2006 and awarded as “Promising Young Israeli Designer” at the I.C.E Awards 2007. The LCDA award show in 2006 mapped out my signature of net embroidery pieces. Those researched pieces, of net embroidered craftsmanship made the industry and leading houses acknowledging me as a designer and seeing my abilities. It is a great platform for people to see designers work.

NewOnYou: What does it mean for you participation in the upcoming Tel-Aviv fashion week?
Persy: Well it is the first show during Tel-Aviv fashion week for Persy , for me it is very exciting and great honor being a part of the scene.I think it is a good auction to show my fourth season Fall 2012-13 earlier in Tel-Aviv.

NewOnYou: Soon in Italy with a flagship store?
Persy: Well I hope it is going to be soon. My plan for now is to learn better about the business , it is quite complicated to manage it all at once but interesting and I believe after achieving important points of sale worldwide it would be a great time to open my own flagship in Milan.

NewOnYou: Do you think I should dress Persy? and why?
Persy: Defiantly is there a question? a client once told me: “When I wear persy I feel feminine and confident. For me wearing persy is much more than a garment it is a statement of quality and design”. I want persy 's women to wear those garments in 10 years and they will still be relevant and chic.

I want to thank very much Yaniv Persy for his kindness and collaboration at this interview; I hope him a great future as a designer. Concerning to me, I hope to have many many other possibilities to post future Persy's collections and many many other occasions to... speak to him! Thank you for your time Yaniv.

2 commenti:

  1. Molto bello questo blog, pollice su!!
    Ciaoooo
    Cris

    RispondiElimina
  2. wow! bella questa intervista.
    Grazia!

    RispondiElimina

Lascia un commento o proponi un argomento.